L’Ora Rossa – Il Sindaco di Fano Massimo Seri a Radio 5.9: “Siamo pronti per la ripartenza. Serve lavorare in sinergia per affrontare le sfide dell’economia”

A “L’Ora Rossa” di questa sera è intervenuto Massimo Seri, Sindaco della città di Fano per un aggiornamento sulla fase due dal suo territorio:

“Abbiamo vissuto momenti difficili, che ci hanno gravemente messo alla prova come comunità. Fortunatamente, e grazie all’impegno diligente della nostra cittadinanza e degli organi di controllo, ad oggi la curva sta tornando vicina allo zero, lasciandoci immaginare una ripartenza.

Per noi il Turismo, in quanto città storica e di mare, è fondamentale. La preoccupazione è forte fra i miei operatori di settore: ieri sono stato in piazza, con i miei ristoratori, ad ascoltare tutte le loro necessità con la voglia di poterli agevolare al meglio nella riapertura e nella ripartenza. Prima di essere Sindaco sono stato Assessore al Lavoro negli anni della crisi del 2009: ho toccato con mano che da ogni crisi si può uscire, anche se trasformati, con grandi opportunità. Serve solo farsi trovare pronti.

Dal lato economico abbiamo pensato ad un “ponte” che permetta di traghettare le nostre attività dal periodo buio alla ripartenza. Ci siamo mossi con aiuti concreti, a partire dalle leve fiscali in potere all’Amministrazione Comunale in pieno accordo con gli organi di Governo centrali e Regionali. Su Tari e Tosap abbiamo agito in maniera energica con la voglia di creare anche nuove opportunità: stiamo ripensando, data la storia millenaria della nostra città (terminale Romano della Via Flaminia), alla nostra città come un bar, teatro e ristorante a cielo aperto. Una maggiorazione dunque delle tratte pedonali con un estensione delle attività commerciali sul suolo pubblico. Una città vivace, pronta a cambiare in modo definitivo e non provvisorio, con tante iniziative culturali e musicali previste a cielo aperto: non più concerti singoli, con 4000 persone concentrate in un luogo unico, bensì centinaia di concerti fruibili di passaggio. Il tutto fatto nel massimo della sicurezza: non possiamo buttare letteralmente i sacrifici che abbiamo fatto per rallentare il contagio. Sarebbero incalcolabili i danni di una recrudescenza del Virus.

In tema di turismo consiglio particolarmente in nostro porto storico: una sorta di bomboniera all’interno della nostra città che consiglio particolarmente a chi venisse per la prima volta nella nostra realtà.

Realizzeremo presto le prime nuove tratte ciclabili: siamo una città di pianura che da la possibilità di una bella pedalata o una corsa con l’impagabile panorama del mare. Abbiamo la possibilità di vivere la città in modo diverso. Fano è una città vivace, che si è candidata a Capitale Italiana della Cultura dopo Parma: abbiamo tanti festival (fra cui quello del Jazz e delle Zuppe di Pesce), che stiamo ripensando per poterli realizzare rispettando i nuovi regolamenti resi necessari dall’emergenza traslandoli qualche settimana più avanti. Abbiamo dovuto rinunciare all’atteso e partecipato spettacolo delle Frecce Tricolore, che portava sulle nostre spiagge 40-50 mila persone ogni anno, sperando di poterlo riprendere l’anno prossimo. Noi per le spiagge siamo già pronti: dal 29 maggio le riapriremo con gli stabilimenti adattati alle nuove normative.”

Ogni giorno alle ore 19.00 e la domenica alle ore 15.00 “L’Ora Rossa” vi terrà aggiornati sulle novità riguardanti l’emergenza dando voce ad amministratori locali, medici, imprenditori e giornalisti che ci racconteranno, da tutte le parti d’Italia, ciò che stanno affrontando in questo momento.

Riascolta l’intervista completa