Impiegato bancario pestato e rapinato a Mirandola: persa la sua collezione di Rolex

Un impiegato di 50 anni di Poggio Rusco è stato assaltato, malmenato e rapinato a Mirandola. I banditi a quanto pare sapevano dei beni preziosi custoditi dalla BMW rubata e svaligiata in pieno centro storico a Mirandola. L’auto, infatti, conteneva una collezione di orologi preziosissimi; grazie anche all’aiuto della vittima i Carabinieri hanno ricostruito l’accaduto.

L’uomo, un bancario della zona, è un appassionato collezionista di orologi preziosi: si era recato negli scorsi giorni a Monaco di Baviera per lavoro e, a quanto risulta dalle indagini, è stato seguito in autostrada senza mai fermarsi fino a Mantova, visto l’alto valore del contenuto della valigia, piena di beni costosi. Dopo la tappa nella città virgiliana l’uomo torna a Mirandola, dove davanti a casa viene assalito dai rapinatori che lo colpiscono e gli rubano l’auto.

L’obiettivo, però, non era l’auto: infatti i Carabinieri hanno ritrovato la BMW abbandonata con, all’interno, le custodie degli orologi. I Rolex, però, non c’erano.

Non si sa molto altro, ma si sospetta che i malviventi abbiano agganciato l’uomo lungo il tragitto tra Monaco di Baviera e Mantova, e poi che l’abbiano seguito fino a Mirandola dove, presumibilmente, ha sede uno degli uomini della banda, che ha potuto suggerire il modo migliore per assalire il bancario.

Si deve attendere la conclusione delle indagini per mettere un punto fermo sulla vicenda.